PIEDE DIABETICO

FAD ECM

Percorso dedicato al medico diabetologo esperto competente in piede diabetico

FAD 1 dal 27 aprile 2021
FAD 2 dall’11 maggio 2021
FAD 3 dal 25 maggio 2021
FAD 4 dall’8 giugno 2021

Responsabile Scientifico

Roberto Da Ros

PIEDE DIABETICO

FAD ECM

Percorso dedicato al medico diabetologo
esperto competente in piede diabetico

FAD 1 dal 27 aprile 2021
FAD 2 dall’11 maggio 2021
FAD 3 dal 25 maggio 2021
FAD 4 dall’8 giugno 2021

Responsabile Scientifico

Roberto Da Ros

Questo percorso formativo vuole fornire raccomandazioni per la valutazione di conformità di parte terza ai requisiti di tutti coloro che intendono acquisire le competenze necessarie per svolgere la propria attività secondo iter diagnostico terapeutici basati sulle più robuste evidenze scientifiche per meglio curare, dal punto di vista della gestione, il piede diabetico, al fine di evitare l’esito finale, che si identifica con l’amputazione, con tutto ciò che questo intervento significa in termini di qualità della vita del paziente e di costi per il Servizio Sanitario Nazionale e per il paziente stesso o i suoi familiari.

Il piede diabetico rappresenta una tra le più gravi complicanze del diabete mellito, è fonte di grande sofferenza per il paziente e comporta un notevole onere finanziario per l’assistenza sanitaria e la società in generale. In particolare:
− fino al 70% di tutte le amputazioni di arti inferiori sono effettuati su persone con diabete;
− fino al 85% di tutte le amputazioni sono precedute da un’ulcera;
− nei Paesi sviluppati, fino al 5% delle persone con diabete hanno un’ulcera, impegnando il 12-15% delle risorse sanitarie destinate alla cura del diabete. In Paesi in via di sviluppo, gli ultimi dati parlano del 40%.
Per ridurre i problemi legati al piede diabetico è auspicabile e necessaria una strategia che comprenda la prevenzione, con l’educazione del paziente e con personale sanitario specializzato, il trattamento multidisciplinare delle ulcere del piede, l’attento controllo dei piedi dei pazienti da parte di tutto il personale sanitario.
Elementi chiave per la prevenzione nel piede diabetico sono:
• identificazione del piede a rischio: esaminare i piedi ogni anno e cercare la presenza di segni o sintomi di neuropatia o di malattia delle arterie periferiche;
• ispezione periodica ed esame del piede a rischio: tutte le persone con diabete dovrebbero essere sottoposte ad esame del piede almeno una volta all’anno per identificare quelli a rischio di ulcerazione; i pazienti con almeno un fattore di rischio dovrebbero essere esaminati più spesso;
• educazione dei pazienti, familiari e sanitari: fornita in modo strutturato, organizzato e ripetuto allo scopo di migliorare la conoscenza dei pazienti sulla cura del piede e facilitare comportamenti consapevoli e adeguati. L’istruzione deve essere fornita da uno dei membri del team diabetologico con sedute periodiche e verifiche dell’apprendimento;
• indossare calzature adeguate: la principale causa di ulcerazione del piede è dovuta all’utilizzo di calzature inadeguate. Il personale sanitario che si occupa di piede diabetico deve sapere riconoscere le calzature idonee per il paziente e prescriverle;
• trattamento delle lesioni pre-ulcerative: in un paziente con diabete è necessario trattare qualsiasi condizione pre-ulcerativa del piede. Un esperto della cura del piede deve essere in grado di eseguire: la rimozione di callosità, la protezione delle vesciche o il loro drenaggio se necessario, il trattamento delle unghie incarnite o ispessite, prescrizione di un antimicotico per le lesioni fungine.
Il successo degli sforzi volti a prevenire e curare le complicanze del piede dipende da un team ben organizzato che coinvolge più figure professionali e che integra le varie discipline coinvolte. Il regista di questa organizzazione è il diabetologo esperto e competente in “piede diabetico”.

Il percorso formativo potrà essere utilizzato per il raggiungimento dei requisiti necessari per l’accesso all’esame di Certificazione per il profilo di medico diabetologo esperto e competente in piede diabetico

OBIETTIVO FORMATIVO

Documentazione Clinica, Percorsi Clinico-Assistenziali Diagnostici e Riabilitativi, Profili di Assistenza – Profili di Cura

PERCORSO FORMATIVO

Ogni FAD, della durata di 6 mesi dalla data di inizio, prevede un percorso a sé stante, composto da 6 ore formative, e tratterà i seguenti argomenti: epidemiologia, classificazione e linee guida sul piede diabetico, eziopatogenesi e screening, principi diagnostici, principi di terapia, principi generali sulle ortesi. Ogni FAD sarà inoltre corredata da esercitazioni pratiche quali test sulla neuropatia, indice ABI, organizzazione del carrello delle medicazioni, curettage e medicazione dell’ulcera.

Le FAD saranno accreditate per le seguenti Figure Professionali:

  • Medico Chirurgo: Angiologia, Chirurgia Generale, Chirurgia Vascolare, Endocrinologia, Geriatria, Malattie Metaboliche e Diabetologia, Medicina Fisica e Riabilitazione, Medicina Interna e Ortopedia e Traumatologia.
  • Infermiere
  • Podologo

per ogni FAD sono previsti:

Crediti ECM

9

Ore formative

6